Apertura ICT Days

25 febbraio | 15.30 - 16.00
Polo Ferrari 2, Aula B107
Dipartimento di Ingegneria e Scienza dell'Informazione - Via Sommarive 9 - 38123 Povo - Trento

Momento di incontro tra realtà aziendali, ricercatori, studenti e stampa.

Unisciti a noi per il lancio di questa entusiasmante serie di eventi!

OpenLabs @ DISI

25 febbraio | 16.00 - 19.00
Polo Ferrari 1 e 2, Laboratori DISI
Dipartimento di Ingegneria e Scienza dell'Informazione - Via Sommarive 5-9 - 38123 Povo - Trento

Previsto un tour dei laboratori ICT nelle varie declinazioni e un momento conviviale finale.

  • Progettazione Partecipata

    Nel campo della progettazione di tecnologie, l'attenzione alle esigenze degli utilizzatori è di fondamentale importanza e viene tenuta in considerazione da tutte le metodologie di design e di ingegneria del software. Ciò che distingue la Progettazione Partecipata è il ruolo centrale degli utilizzatore che non vengono semplicemente consultati ma assumono un ruolo di corresponsabili della progettazione.

    Nato in concomitanza dei processi di automazione industriale nella Scandinavia degli anni '70, questo approccio può esser visto come una democratizzazione della progettazione di tecnologie oppure come una modalità che riduce pragmaticamente il rischio di insuccesso nel realizzare nuovi sistemi.

    Faremo una veloce rassegna di alcune tecniche per il coinvolgimento degli utilizzatori, discutendone motivazioni ed utilizzi.

    Keywords: Progettazione partecipata; Design; Interfacce.

  • Ultrasuoni e medicina

    Gli ultrasuoni (onde meccaniche con frequenze al di sopra del range uditivo umano) sono oggi largamente utilizzati in medicina come base di svariate tecniche sia diagnostiche che terapeutiche. Alcuni esempi classici sono l'ecografia prenatale e cardiaca. Al di là di questi due esempi, le tecnologie ad ultrasuoni trovano un sempre più ampio numero di applicazioni: dalla diagnosi delle patologie polmonari, all'imaging funzionale dell'attività cerebrale, alla visualizzazione e localizzazione dei tumori, alla litotripsia (dove gli ultrasuoni vengono utilizzati per la frammentazione e la rimozione dei calcoli). Il Dipartimento di Ingegneria e Scienza dell'Informazione offre un corso dedicato a queste tematiche (Ultrasound Technologies for Medical Applications) all'interno della laurea magistrale in Ingegneria dell'Informazione e delle Comunicazioni e dispone di un laboratorio sperimentale attrezzato con scanner ecografici clinici e di ricerca.

    Keywords: Ultrasound Imaging; Formazione ed elaborazione dell'immagine; Ultrasound-scanner; Elaborazione del segnale.

  • Internet delle Cose Musicali

    L'Internet delle Cose Musicali è un'area di ricerca emergente posizionata all'intersezione di Internet delle Cose, audio computazionale, realtà virtuale ed intelligenza artificiale. Esempi di "Cose Musicali" sono la nuova famiglia di strumenti musicali intelligenti e connessi, e i dispositivi tattili concepiti per arricchire l’esperienza musicale degli spettatori.

    Keywords: Internet delle cose musicali; Strumenti musicali intelligenti; Dispositivi tattili per gli spettatori.

  • Progetti di ricerca nell'ambito della robotica

    Negli ultimi anni il dipartimento ha intrapreso una serie di iniziative di successo nell'ambito della robotica assistenziale (assistenza agli anziani) e industriale (automazione della logistica). In questa breve presentazione avremo modo di vedere quali sono le aree di ricerca attive e mostreremo come il DISI stia sviluppando algoritmi avanzati per l'interazione tra uomo e robot.

    Keywords: Robotica; Assistenza agli anziani; Automazione della logistica.

  • Multimedialità e sicurezza

    Il laboratorio presenterà le attività di ricerca collegate all'analisi di dati multimediali che trovano applicazione nei contesti della sicurezza e dell'intelligenza d'ambiente. Spaziando dall'analisi forense alla videosorveglianza saranno illustrati esempi in cui l'elaborazione di immagini e video può essere impiegata in modo efficace per l'estrazione automatica di informazioni (localizzazione di modifiche, conteggio delle persone, rilevazione di comportamenti anomali).

    Keyword: Elaborazione delle immagini; Analisi forense dei dati multimediali; Video sorveglianza; Intelligenza d'ambiente; Sicurezza.

  • Reti e localizzazione per Internet of Things

    Le moderne tecnologie radio a bassa potenza offrono grandi opportunità per gli scenari Internet of Things, in cui persone, cose, veicoli sono fra loro interconnessi in maniera dinamica. Alcune di queste tecnologie, in particolare le radio ultra-wideband (UWB), consentono ai dispositivi non solo di comunicare, ma anche di stimare la distanza fra di essi e quindi determinare la propria posizione. Questo tipo di localizzazione ha infinite applicazioni, soprattutto nei casi in cui GPS non e' applicabile, ad esempio all'interno di edifici oppure (come nel caso di uno dei progetti demo) per la navigazione di rover spaziali.

    Keyword: Internet of Things; Low-power wireless; Localizzazione.

  • Deep Learning

    Negli ultimi anni l’Intelligenza Artificiale e in particolare, la sua frontiera più avanzata, il Deep Learning, ha visto formidabili progressi. Le tecnologie di Deep Learning sono diventate pervasive in molte applicazioni, dalle auto a guida autonoma ai robot umanoidi. Il Dipartimento di Ingegneria e Scienza dell'Informazione (DISI) svolge attività di ricerca e offre numerosi corsi dedicati alle tematiche dell’apprendimento automatico applicato alla visione artificiale e alla robotica.

    Keywords: Deep Learning; Visione Artificiale; Percezione Robotica.

  • Laboratorio ELEDIA - Sistemi e Tecnologie Wireless

    Le tecnologie wireless sono alla base di una miriade di sistemi ed applicazioni di uso quotidiano tra cui le comunicazioni mobili, i radar, l’internet delle cose. Il laboratorio di ricerca ELEDIA del DISI svolge attività di ricerca e trasferimento tecnologico in questo contesto da oltre un ventennio in collaborazione con enti locali, nazionali ed internazionali ed aziende leader nel settore.

    Keywords: Wireless Internet-of-Things; Mobile Communications; Radar.

  • Software and Security Engineering

    Il gruppo di ingegneria del software conduce attività di ricerca nell'area della progettazione del software e di sistemi complessi, noti anche come sistemi sociotecnici, sviluppando:

    • linguaggi di modellazione, metodi e tecniche per la rappresentazione (attraverso la costruzione di modelli) di tale sistemi; 
    • analisi automatiche sui modelli per la verifica di proprietà quali sicurezza, privacy, affidabilità, etc. La verifica avviene sia per proprietà isolate che in ottica generale, per evidenziare potenziali conflitti e falle di sicurezza e privacy, che possono presentarsi quando un sistema sociotecnico cambia dal punto di vista organizzativo o tecnologico; 
    • tecniche basate su sistemi multi-agente per il monitoraggio e la gestione di situazioni di emergenza; 
    • algoritmi di ottimizzazione per supportare i processi decisionali.

    Keywords: Security and privacy requirements engineering; Automated reasoning; Large-scale socio-technical systems.

  • Realtà aumentata e tecniche di apprendimento aumentate

    Sempre più spesso si sente parlare di Realtà Aumentata, soprattutto di quella dedicata al mobile, e questa tecnologia viene considerata come una grande promessa per il futuro. La realtà aumentata è capace di fondere innumerevoli mondi virtuali generati dal computer con il mondo reale, così che l’esperienza “aumentata” della realtà risulti più ricca, interessante e divertente. Moltissimi sono ormai i settori che fanno uso della realtà aumentata: dalla medicina alla robotica, o l’architettura, o l’arte, senza dimenticare il mondo dei giochi. Presenteremo una breve demo in realtà aumentata che mostra uno di questi mondi arricchiti. Gli studenti avranno la possibilità di indossare il dispositivo Microsoft Hololens e interagire con un’assistente virtuale che li introdurrà al mondo degli ologrammi in un ambiente aumentato creato appositamente per l’education e per l’e-learning.

    Keywords: Realtà aumentata; Augmented learning; Intefacce uomo-macchina.

  • Remote Sensing Laboratory (RSLab)

    Il telerilevamento permette di ricavare informazioni fondamentali sulla Terra e gli altri pianeti del Sistema Solare acquisendo dati tramite sensori ottici e radar montati a bordo di satelliti, aerei o droni. In questo contesto, il Laboratorio RSLab progetta missioni satellitari, sensori per telerilevamento e sviluppa sistemi automatici basati su tecniche di elaborazione immagini e intelligenza artificiale per l’analisi di dati telerilevati e radar. Tali sistemi sono fondamentali in svariate applicazioni che si estendono dal monitoraggio ambientale e delle catastrofi naturali all’esplorazione planetaria.

    Keywords: Telerilevamento; Radar; Satelliti; Intelligenza artificiale.

  • Data Management Group

    Il Data Management Group si occupa dello sviluppo di piattaforme innovative per la raccolta, la pulizia, l'integrazione, l'immagazzinamento, e l'analisi di grandi volumi di dati provenienti da fonti eterogenee. Offre soluzioni per definire la qualità di un dataset e la sua adeguatezza per il task di analisi prescelto, tecniche per modellare e estrarre informazioni di interesse da dati relazionali, dati modellati attraverso grafi, ma anche dati non strutturati, e perfino da flussi continui di dati. Fornisce nuovi paradigmi per l'interazione utente-Big Data e per lo sviluppo di servizi personalizzati allineati ai suoi bisogni. Questi servizi contribuiscono al progresso scientifico e all'innovazione in settori come i trasporti, l'educazione, la finanza, i Social Media, l'industria, l'intrattenimento, e la medicina.

    Keywords: Databases; Big Data; Data Analytics; Information Management; Data Intensive Systems.

  • FabLab @ DISI

    Il DISI si sta attrezzando con un FabLab interno, uno spazio di apprendimento aperto, incentrato sull'interdisciplinarità e sulla pratica. Sebbene non sia ancora completo, venite a vedere cosa stiamo realizzando e a scoprire come dare il vostro contributo!

    Keywords: FabLab; Makerspace; Hackerspace.

  • Servizi digitali per la valorizzazione del patrimonio informativo di Ateneo

    L’iniziativa Digital University mira alla valorizzazione del patrimonio informativo di Ateneo attraverso l’adozione di strategie di governance che garantiscano la qualità e favoriscano il riuso dell’informazione prodotta. Questo consente di offrire molteplici servizi digitali ad una vasta platea di attori. Questi servizi puntano a migliorare il modo in cui l'Università conosce se stessa, si presenta al mondo, impiega la conoscenza da essa prodotta, diventa più efficiente e trasparente, fa autovalutazione.

    Keywords: Servizi digitali; Patrimonio informativo; Governance dei dati; Esperti; Competenze; Autovalutazione.

  • Talking to machines: from Research Labs, to the Cloud to Your Living Room

    Talking to machines is not evoking science fiction scenes as it used to be in the sixties or even the nineties, any more. In our research and system evaluations , we address questions important for the society from the researchers to the practitioners to policy makers to users: What type of fundamental research in dialogue research do we need to address? How can we keep a research flow from academic labs to industry labs? What types of next-generation conversational interfaces should we develop? How can we build dialogue systems that are transparent about their capabilities? How can the user community build trust in conversational machines? What ethical rules should conversational systems follow? How do we make transparent the inherent bias in data-driven machine learning algorithms embedded in conversational systems?

    References: Website of the Signals and Interactive Systems Lab: http://sisl.disi.unitn.it

  • Risolvere problemi computazionalmente intrattabili via Quantum Annealing

    Presentiamo il nostro progetto finanziato da D-Wave System Inc (www-dwavesystems.com) in cui codifichiamo problemi computazionalmente intrattabili (SAT, MaxSAT) per essere risolti da un Quantun Annealer, un particolare tipo di computer quantistico sviluppato da D-Wave.

  • Machine Learning per Turismo e Ospitalità

    L'apprendimento automatico è una teoria per derivare modelli flessibili partendo solo dai dati prodotti dall'azienda. Appena un modello è disponibile, i computer possono simulare gli effetti di miliardi di possibili decisioni, prevedendo l'output, creando e selezionando una tra le migliori decisioni.

    "Ottimizzazione intelligente" è un processo automatico per creare in modo intelligente una vasta serie di soluzioni possibili, con l'obiettivo di migliorare il modo attuale di fare business.

    Le applicazioni studiate sono nel campo dell'ospitalità alberghiera e del turismo.

    Keywords: Turismo; Ospitalità' alberghiera; Simulatori; Machine learning

  • Cyber security Lab

    The use of biological data for the purpose of identity management is termed as biometric recognition or simply biometrics. Physical (based on physical characteristics, e.g., face, fingerprint, etc.) and behavioral (based on behaviors, e.g., keystroke, gait, etc.) are the most popular types. Biometrics has got all the potential to completely replace PINs and passwords because they can be stolen, forgotten, and shared. Biometric authentication has been studied for a long time. Large-scale commercial deployments already exist, such as the fingerprint sensors on laptops and smartphones, however, these deployments require explicit user action, hence result in annoying users. As a result, most of the research about transparent, implicit and unobservable authentication for smartphone's security and access control is based on behavioral biometrics.

    In this demo, we will show some of our behavioral-biometric-based smartphone user authentication solutions.